IL DILEMMA DELL’INFINITO | La Civiltà Cattolica

In questo saggio si affrontano alcuni aspetti dello sviluppo storico del concetto di infinito. Partendo dall’età classica, si sottolinea come questo concetto sia stato mal definito da Aristotele, tanto da continuare a influenzare la scienza moderna. Infatti Copernico continua a ritenere che l’universo è finito, come in precedenza aveva ipotizzato Tolomeo. Si sottolinea poi che, con l’avvento del cristianesimo, l’infinito comincia a perdere questo connotato negativo fino ad arrivare alla posizione di Niccolò Cusano, che è il primo a ipotizzare un’estensione infinita dell’universo. Poi si espongono le antinomie di Kant sull’estensione spaziale dell’universo (finito contro infinito) e si analizza la critica del matematico Cantor a Kant, riguardante la confusione, da parte di Kant, di due concetti distinti di infinito: l’infinito attuale assoluto e l’infinito attuale transfinito. Si conclude

Sorgente: IL DILEMMA DELL’INFINITO | La Civiltà Cattolica

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...